Condivisioni

Ed ecco delle condivisioni di alcuni partecipanti:

 

È l’esperienza più bella e forte che abbia mai vissuto! Sono ancora inebriata e ubriaca dell’Amore del Divino e delle comprensioni che ho ricevuto come regali in questo processo. Ho ritrovato me la vera me, ho spaccato la struttura, ho una consapevolezza diversa, una percezione della realtà che non è quella della mente! Ora io so! Il vuoto di cui parla Osho esiste davvero! E quando leggo i libri del Maestro ora so’ di cosa lui sta parlando e comprendo le sue letture! È come se un fulmine mi avesse svegliato!
Non c’è niente da raggiungere, c’è il momento presente e una profondità che non sapevo di avere, un’energia vitale che ho riscoperto e che non ho mai perso, io sono quell’energia!!!! Mi sono sentita sostenuta e l’energia che c’era e che si è formata era sincera umile semplice, era di Amore vero!!
Grazie di cuore, è un esperienza da vivere perchè a parole non ha lo stesso sapore!!
Un abbraccio

 

 

SATORI per me è stato la nascita di una stella nell’universo della mia esistenza, un’esplosione cosmica di amore, gioia e beatitudine che ha invaso tutto il mio essere, mi accompagnerà per tutta la vita.
Sento le lacrime di gratitudine scendere dal cuore, non più dalla mente quando ricordo l’immenso amore, dolcezza e delicatezza di tutti voi, che mi avete accompagnato in questo mio ritiro di risveglio interiore e crescita spirituale.
Mi sentivo in cielo adagiato in una soffice nuvola colma di mille attenzioni, coccolato come un bambino, mi avete trasmesso un infinito amore dal risveglio mattutino al coricarmi alla sera, anche i pasti sprigionavano amore ad erano eccellenti.
Non esistono parole per esprimere tutto quello che mi avete trasmesso, vi sarò eternamente grato per la vostra presenza.

 

 

Dopo non è più come prima, niente è più come prima.
La porta è aperta, tutto ritorna: fatica, dolori, corsa, tutti gli inganni della mente ritornano ma dentro rimane un immenso albero fiorito, un tintinnio di campanelle a festa, la consapevolezza di appartenere al Divino e di essere circondata da esseri divini.
Immersa nel mondo ma con una piccola, piccola distanza che permette di osservare il mondo e continuare a bearmi dell’armonia delle campanelle.

 

 

SATORI è il viaggio. È l’intimità con me stessa che mi specchio in una nuvola o negli occhi dolci di un cane…
E improvvisamente io SONO quella nuvola, SONO quegli occhi…
SATORI è la mia esperienza di essere la bellezza della vita: io, un filo d’erba dolcemente mosso dal vento, io, una stella luminosa nella notte…
Chi sono io al di là del mio nome, delle mie credenze, della mia forma?
SATORI è la risposta che da sempre cerco e che è già dentro di me. Proprio ADESSO!!!
SATORI è l’amore per me stessa negli occhi dell’altro…
È il regalo più bello che potessi farmi, per tornare “a casa”…
Love

 

 

Ho ricevuto molti regali in questa mia seconda esperienza, ho scoperto dentro me l’essenza dell’amore nell’amore, sento sciogliermi di beatitudine solamente sfiorando questa comprensione. Ho scoperto cosa si cela dietro il per-dono, un immenso regalo: il dono della compassione per chi ancora non conosce l’immenso oceano d’amore che porta dentro se. Ho compreso che non c’è alcuna lotta da combattere, nessuna battaglia e nessun nemico, il mio corpo, la mia macchina non possiede né freno né acceleratore, devo solo lasciarmi andare e il Divino penserà a me, nulla mi può nuocere se sono nella corrente positiva dell’amore.
Carissimi Amici Fratelli Divini, il mio cuore fatica a trovare le parole per esprimere la mia gratitudine, ancora una volta l’intera Famiglia dal Campus mi ha accudito come una mamma si prende cura del proprio figlio con immenso amore e delicatezza, si siete stati delicati come una mamma con il piccolo appena nato, perché é questo che sono, sono appena rinato in me stesso in quello che sono veramente essere Divino di amore e luce. Mi avete accudito dalle delicate parole del primo mattino, le colazioni, gli insegnamenti, le attenzioni, le squisite pranzi e cene fino alle ultime parole per la buona notte un infinita dose di AMORE. Questa é solo una piccolissima parte dell’amore che mi avete trasmesso tutti voi, chi era indaffarato in cucina, chi nelle attente pulizie, chi porta l’arcobaleno con se in ufficio, non esiste differenza alcuna. In tutti voi sento che nel vostro cuore c’é l’amore di Dio.
Vi sarò sempre eternamente grato con tutto il cuore, un grande abbraccio e spero che la vita mi dia ancora la possibilità di ripercorrere nuovamente il Satori perché é una meraviglia!

 

 

È incredibile… come incredibilmente sempre più sento attimo per attimo tutta la mia vita che si unisce al tutto. Mi accadono sempre più comprensioni su ciò che faccio nell’ordinario che mi fanno capire questo:
Sono nel sentiero e sto camminando verso casa, lo avverto sempre più, attimo dopo attimo, intrinseco nell’attimo del passato unito all’attimo del futuro, e questo avviene ancor di più in solitudine e nel mondo ordinario colmo di Divinità, senza sforzo, solamente camminando nel sentiero della mia vita.
VITA è un Sentiero che il Corpo Deve Percorrere Guidato dal DIVINO Verso CASA.
Per me, il SATORI è la Mappa verso la Consapevolezza di tutto questo.

 

 

Fiducia è… permettermi di percorrere quel sentiero a cuore nobile e aperto.
 
Fiducia è… ascoltare la mia paura, a volte terrore, di camminare in quel sentiero, ascoltare il terrore di poter arrivare davanti ad un panorama, che mi dicono bellissimo, che mi incute una fottuta paura, un panorama a cui non voglio arrivare, e nonostante tutto ciò andare ancora avanti.
 
Fiducia è… vedere l’arrivo dell’ultima tappa, nell’ultimo giorno, nell’ultima condivisione, immaginarmi appagato e pensare già a casa, e poi improvvisamente esplodere in qualcosa che non so, non posso e forse non voglio descrivere.
 
Cari compagni dello Staff, un giorno ho capito che, quando voglio ringraziare qualcuno per qualche importante dono ricevuto, ho davanti a me due strade differenti: nella prima posso inondarlo di belle e sincere parole, sommergerlo di complimenti e riempirlo di elogi, nella seconda, un po’ più complicata, posso aprire il cuore e lasciarlo cantare e mostrargli così quanto e come quel dono è stato apprezzato.
 
Oggi il mio cuore è stracolmo di piacevolissima musica, io la suono, io la canto e voi mi avete messo in mano gli strumenti.
Grazie, veramente grazie di tutto ciò.

 

 

SATORI: un altro passo verso le risoluzioni.
Un passo importante per comprendere in fondo chi sono io, cosa è fiducia e cosa è vita appagata: mi risuonano passione, energia, compassione, partecipazione, gioco, rilassamento.
Fiducia è così difficile da comprendere, da raggiungere, una FOLLIA!!!
 
Poi arriva!
 
Fiducia è “MERITARMI DI RICEVERE’’.
 
A questa frase accade un fatto improvviso… mi sento, irreale, vuota, inesistente, trascendo dal corpo e dalla mente, esco da me, vado oltre, sto dietro di me e mi osservo mentre non riesco a riprendermi, quasi una paralisi.
 
Le parole dette da me sembrano vuote, un’illusione, solo il significato sembra vero, reale, consistente, tangibile. Il significato delle parole lo tocco con le mani, mi pervade, mi penetra, si impossessa di me.
Un lampo di consapevolezza improvvisa.
Quando mi riprendo lo descrivo come una intuizione profonda, una mia verità rilevante
mi ha illuminata!
 
Mi sento reale, vera, pura, divina, totalmente nel presente eppure così lontana dal mio corpo e dalla mia mente! OLTRE, la mia coscienza è totalmente annullata.
 
Ora so, perché la frase “MERITARMI DI RICEVERE’’ l’ho sentita dentro di me, l’ho tatuata. Adesso fiducia mi ha raggiunta e posso vivere appagata in grazia di Dio.
 
Grazie.

 

 

Dimmi cos’è il Satori: Sono partita con uno scalpello per scalfire le ferite che infettano il mio cuore, sono partita con un martello per prendere a mazzate i pensieri che affollano la mia mente, sono partita senza trucchi per non ingannare la bellezza del mio corpo.
 
Ho trovato me.
 
Al di là di un cuore, di un corpo e di una mente esisto io. Mi sono trovata senza cercarmi e sono diventata reale.

 

 

Consapevolezza è essere in armonia con l’esistenza consapevolmente.
Agire nel non-agire, essere guidato in ogni momento, in ogni istante.
Mille respiri di vita in uno solo… ed è SATORI.
Sospeso in equilibrio nell’universo… è l’acquolina, è l’inizio del perché “IO” e non posso più dire di no al Divino.
Più ne voglio più ne ho: grandi, piccoli, resistenti, sublimi, affascinanti brividi di paura… innocenza… CHI SONO IO.
Ammazzo il serpente… è il grande AMORE…
 
CHI SONO IO…
 
Consapevolezza nel presente.
 
In UN’ISTANTE SONO CIO’ CHE L’ESISTENZA HA STABILITO PER ME.
Sono il mio disegno Divino.
Sono ciò che sono, sono tutto, sono niente, una pallina che rimbalza in qualche parete emozionale, pallina contro niente… il vuoto… il SILENZIO.
Una passeggiata, qualche passo nell’universo reale, la bellezza che non si può dimenticare.
 
SATORI… un respiro DIVINO, un assaggio mai assaggiato.
È il tutto in un istante: un insieme dei colori, una luce accecante che mi lascia un anelito ancora più intenso.
 
Un ringraziamento a tutti.

 

 

SATORI è:
 
L’ESPERIENZA PIÙ FORTE E INCREDIBILE CHE ABBIA MAI VISSUTO.
 
L’ESPERIENZA DEL SILENZIO.
 
Il coraggio di andare oltre, di comprendere che sono il creatore della mia vita.
Sono colei che genera la vita in ogni istante. Sono la consapevolezza che la mente c’è, ma non è più lei a fare la padrona, io sono la padrona della mia vita…
 
IO SONO VERITÀ!
 
Sono inebriata e ubriaca del divino, sono ubriaca di me!
Grazie Osho per avermi indicato la strada.

 

 

Torna indietro